Venerdì 9 Agosto | ore 21:15

L’indipendenza è un letto troppo grande per dormirci da soli

Oasi di Crevoladossola

Di Alessandro Mauri
con Francesco Colosimo
musiche originali di Paolo Barillari
scenografie di Francesca Biffi
grafica e illustrazione Yayalab

C’è un padre e c’è una figlia. Solo che la figlia scappa poco prima che si alzi il sipario, e allora resta solo un padre. Un padre che scopre di aver bisogno di solitudine… Ma non troppa.
La figlia lontana diventa l’occasione giusta per ripensare alla propria vita. Una vita normale di piccole gioie e di piccole tristezze, che però crescono, evolvono e trasmutano nel ricordo, trasformandosi in canzoni mai cantate, balli mai ballati e urla mai lanciate. Emozioni mai provate davvero. Tutto all’inseguimento del mito dell’indipendenza. Essere liberi. Essere uomini.
Ma cosa ci dovrebbe fare un uomo, un piccolo uomo, un uomo grande quanto ogni uomo può essere, con tutta l’indipendenza che arriva dallo stare solo? Cosa finisce per significare essere libero? Cosa significa essere padre?
Per lui, ora cantante, finalmente ballerino, al suo modo eroe, essere libero significa una cosa sola… Poter volere bene a sua figlia.